Vivo a Povegliano Veronese, ho 52 anni, sono sposata e sono mamma di 2 figli.

Sono titolare di un avviato studio legale e specializzata nel diritto di famiglia.
Sindaco di Povegliano Veronese dal 2006, rieletta nel 2011, avevo ricoperto la carica di assessore all’istruzione, alla cultura e al sociale nelle precedenti due amministrazioni.

Ho fatto parte del direttivo di ANCI Veneto e del direttivo nazionale ANCI.

Nel mio mandato di sindaco ho realizzato numerose opere pubbliche tra cui particolarmente importanti sono l’asilo nido comunale (che ha ottenuto numerosi riconoscimenti per la qualità), il centro diurno per anziani che sarà inaugurato a breve e la messa in sicurezza delle scuole elementari.
Quest’ultima è stata al centro di una battaglia per la difesa della legalità in quanto a lavori in corso sono state accertate gravi irregolarità nelle opere di ampliamento.

Le indagini tecniche – non obbligatorie ma decise dall’amministrazione – hanno permesso di accertare che la scuola in costruzione era realizzata con cemento depotenziato. L’opera è stata poi ricostruita da un’altra ditta. La vicenda ha dato il via ad indagini giudiziarie, sono stata citata in più occasioni oltre che in pubblicazioni e trasmissioni televisive come esempio di buona amministrazione e di difesa della legalità. A testimonianza di ciò all’inaugurazione sono intervenuti, tra gli altri, sia il prefetto sia il procuratore della repubblica di Verona.

Tutte le opere iniziate sono sempre state portate a compimento nel rispetto dei quadri economici iniziali.

L’amministrazione comunale di Povegliano veronese è in prima fila da anni nella lotta per l’acqua pubblica.
Il comune inoltre aderisce all’Associazione dei comuni virtuosi, che cerca di diffondere le buone pratiche tra le amministrazioni, il risparmio energetico, la riduzione dei rifiuti, la raccolta differenziata per il riciclo che il comune di Povegliano ha negli anni perseguito con varie iniziative concrete.

Inoltre il comune è iscritto ad Avviso Pubblico. Enti locali e regioni per la formazione civile contro le mafie, associazione nata nel 1996 con l’intento di collegare ed organizzare gli amministratori pubblici che concretamente si impegnano a promuovere la cultura della legalità democratica nella politica, nella pubblica amministrazione e sui territori da essi governati.

I miei mandati sono caratterizzati da un efficiente coordinamento delle risorse tecniche che, unito alle capacità relazionali a tutti i livelli, ha portato Povegliano Veronese negli anni ad essere uno dei primi comuni del veronese – in relazione agli abitanti – per il numero e la consistenza di finanziamenti provinciali, regionali e nazionali nonché di enti privati ottenuti.

Recente è inoltre l’assegnazione gratuita da parte del ministero della difesa di un’area di oltre 260.000 metri quadrati nel territorio comunale.

I contributi e i numerosi progetti hanno permesso di sviluppare nuovi servizi e di abbattere i costi a carico del bilancio comunale e dei cittadini utenti.

Dal 2019 sono membro del consiglio regionale del Veneto per il Partito Democratico.

Anna Maria Bigon